Articoli

La sezione dedicata alle storie e ai racconti dei Grandi Eventi, delle Mostre, del Laboratorio ecc, ecc..Insomma, la voce del Gruppo Fotografia!

Apertura dell'Anno Fotografia 2017/2018.

10.11.2017 - La prima Riunione Plenaria è stata per tutti noi componenti dell'anno scorso una grande festa. Infatti nessuno di noi si aspettava una così grande affluenza e adesione al Gruppo! Dopo le presentazioni, abbiamo introdotto le nostre attività e i nostri principali progetti in campo, poi, cercando di coinvolgere le ragazze ( eh si, purtroppo non c'era nessun maschietto...) nuove, abbiamo chiesto loro di proiettare qualche scatto personale. Molti di noi sono rimasti impressionati dalla bellezza di alcuni scatti, mentre ridevamo sul fatto che l'anno scorso non eravamo così bravi tecnicamente ( chissà ora... )! Per ultima cosa, abbiamo annunciato la volontà di organizzare un' uscita di Gruppo ai Musei di San Domenico a Forlì, per vedere la mostra di Elliot Erwitt: speriamo davvero di avere tanta partecipazione! Che bello incominciare così... 

Paolo Liverani

Uscita di Gruppo a Forlì

04.12.2017 - Quest'anno, per iniziare a conoscerci tra di noi, abbiamo deciso di vedere tutti insieme la mostra di Elliot Erwitt ai Musei di San Domenico, in centro a Forlì. L'esposizione, dedicata ad uno dei più grandi fotografi ancora al mondo, ci ha veramente colpito. Erwitt, nato a Parigi nel 1928, ha trascorso ben dieci anni in Italia prima di emigrare negli States in seguito all'emanazione delle Leggi Raziali. Erwitt ha studiato fotografia e cinema sino al 1950 a Los Angeles. Da allora, l'artista ha sempre cavalcato l'onda della sua fama, diventando uno dei più grandi esponenti della fotografia dello scorso secolo. Famose le fotografie ritraenti cani, frutto degli anni passati a lavorare per aziende pubblicitarie. Poter osservare da così vicino una tecnica così raffinata è stato un dono prezioso per tutti noi e i momenti di confronto non sono affatto mancati. Alla fine della visita ci siamo concessi il lusso di acquistare l'album della mostra, nell'ottica di sviluppare una piccola libreria di fotografi più o meno famosi. La giornata si è conclusa al Piccadilly, dove abbiamo esposto una Mostra Temporanea dedicata al Trash e al Food Porn..sicuramente A.S.S. sarebbe stato contento di noi..!

                                                                                                                                      Paolo Liverani


Guarda le foto della visita e della giornata!

Intervista a...

Le scale hanno sempre un certo valore. Soprattutto se sono le scale di casa Violani e soprattutto se al di là di una sottilissima porta c'è musica a tutto volume. Se le percorri possono portarti su, ma anche giù. In questo caso non ho percorso nessuna scala, in realtà ero seduto su di un gradino, ad ascoltare la nostra cara Emma D'Antonio parlare del Gruppo al di sopra dei tormentoni del momento. La prima domanda che le pongo è un poco a bruciapelo, ma risulta d'obbligo ad una veterana come Emma, che fin dalla costituzione del Gruppo è sempre stata impegnata a moderare gli spiriti forti e a trovare soluzioni intelligenti anche quando tutti gli altri erano alla frutta. Che cosa ti ha dato il Gruppo? La nostra collega non ha bisogno di pensarci molto. "Sicuramente della sicurezza, proprio quella che non avevo nel periodo in cui è sorto il Gruppo stesso ( febbraio 2017 n.d.a ) ma anche la capacità d'espressione attraverso la fotografia. Soprattutto nel percorso intrapreso quest'anno con i nuovi ragazzi ho imparato a gestire meglio l'organizzazione delle cose, anche quelle personali oltre che a quelle del Gruppo stesso. Poi certamente ci siamo anche conosciuti, abbiamo stretto un certo legame..non nego che far parte di questa cosa mi ha aiutato anche a socializzare con le persone al mio fianco. Sentirsi parte di qualche cosa è sempre stimolante e rassicurante."  Le chiedo se anche da un punto di vista più tecnico si sente cambiata: "Assolutamente si! Le fotografie che facevo l'anno scorso non hanno nulla a che vedere con quelle odierne, ora sono più cosciente degli scatti che faccio." Quest'anno, mano mano che il Gruppo si consolida, avviene una specie di scambio del testimone: così funziona  il meccanismo di rinnovo che è alla base del G.F.L. Chiedo allora a Emma come vede la sua posizione e la sua funzione all'interno del Gruppo. "Potrei anche sbagliarmi, però mi sembra di essere diventata, insieme a Linda certamente e agli altri ragazzi dell'anno scorso, un punto di riferimento per tutti i "nuovi" ( così chiamiamo i ragazzi da poco entrati nel gruppo n.d.a ). In realtà è semplice diventarlo, esserlo non richiede particolari capacità organizzative: basta esserci! Questa è infatti la chiave del Gruppo, " sembra dirmi tra le righe Emma " l'impegno è fondamentale. Quando tutti si rivolgono anche solo per un consiglio banale a te, capisci di aver fatto bene." Dopo una breve pausa aggiunge: " Coordinare le persone non è facile e far si che rispettino le tue posizioni lo è ancora meno.." conclude sorridendo Emma. Tra il passaggio di qualche invitato stanco dei decibel alti, le chiedo del futuro del Gruppo, degli anni futuri e di cosa sarà degli sforzi compiuti durante questo inizio di anno fotografico. Emma non ha dubbi " Vedo il Gruppo funzionare proprio come lo abbiamo strutturato. Per quanto difficile e impegnativo, ogni anno ci dovrà essere quel famoso scambio del testimone di cui parlavamo prima. Spero davvero che, di anno in anno, le persone possano trovare la forza per accettare questa sfida." Le domando allora dove l'Anno Fotografico 2017/2018 porterà il Gruppo; ancora prima di aver finito di parlare Emma parte in quinta; "Quest'anno dovremmo sicuramente cercare di crescere di più in senso artistico. Per questa ragione abbiamo accolto con particolare interesse la proposta della Fototeca Manfrediana di svolgere con loro un seminario tecnico-artistico. Sarebbe fantastico" aggiunge" riuscire anche per quest'anno a garantire il servizio di Reporter alla Cena Itinerante, cercando davvero di dare il massimo sia a livello organizzativo che a livello qualitativo!" Alla domanda: "E Argillà?" Emma risponde sorridendo " Argillà sarebbe una grande occasione. Ma ci vorrà tanto impegno e tanta presenza, chissà se riusciremo... nonostante tutto penso sarà fattibile." Come sempre Emma mi riporta con i piedi per terra dolcemente. La ringrazio. Ritorniamo verso la festa, dove ci aspettano Linda, Chiara, Elena, Tommaso e Lorenzo, già in pista. 

"Emma, un difetto del Gruppo?" le domando al volo prima di aprire la porta sulla festa. "Ci penso!"


Fotografia di Emma D'Antonio.

Paolo Liverani

BE AGAIN

Aprile è un mese pieno di eventi a Faenza e il Be Again è uno tra questi. Quest'iniziativa vuole far emergere i giovani artisti, valutando il tema del riciclo attraverso esposizioni artistiche, una sfilata di moda, musica dal vivo e recite teatrali. Le opere esposte sono frutto di settimane di lavoro in laboratori curati da Atelier Be. Questa azione creativa si terrà il 13 e il 14 aprile al Ridotto del Teatro Masini di Faenza e siamo felicissimi di dirvi che il Gruppo Fotografia Liceo sarà presente entrambe le giornate per fotografare l'evento. Atelier Be è il curatore di tutto questo. Ma vi starete certamente chiedendo, che cos'è Atelier Be? È una realtà fondata da Tommaso Cappelli per promuovere i giovani artisti nel campo dell'arte, della letteratura e della musica. Vi aspettiamo per essere fotografati all'evento dalle 18.30!

Imane Rachyd e Emma Tabanelli

I ragazzi di Atelier Be durante una intensissima ( guardate le facce ) riunione organizzativa.